FAQ

I grafologi così come gli altri professionisti fanno riferimento ad un tariffario concordato con l'associazione nazionale di categoria.

Naturalmente il modus operandi è a discrezione del perito, ad esempio un parere motivato scritto può essere redatto nei seguenti modi, entrambi corretti ed accettati:
  1. Parere motivato scritto composto di immagini e riferimenti tecnici tali da comporre una piccola relazione che potrebbe essere utile nella sua lettura sia ad un pubblico ministero, ad un avvocato, ma anche allo stesso cliente che vuole capire quali siano le motivazioni tecniche che ci portano ad un simile risultato.
  2. Parere redatto in una pagina in cui si afferma il risultato finale dell'accertamento tecnico.

Le differenze di prezzo maggiori si osservano quando viene chiesto di analizzare un testamento, anche in questo caso il perito può operare in maniera diversa:
  1. Relazione tecnica dettagliata che utilizza fotografie e scannerizzazioni per esaminare il documento redigendo quindi una relazione esclusivamente su base grafologica.
  2. Relazione tecnica dettagliata che utilizza fotografie, immagini riprese al microscopio, indagini all'infrarosso e/o ultravioletto se necessario per permettere una relazione su base grafologica e strumentale che accerti eventuali manomissioni o alterazioni della carta o dell'inchiostro.

Va da sè che entrambi i metodi sono corretti, ma una relazione tecnica dettagliata e quindi esaustiva comporta tempi e costi maggiori, ma permette al cliente di avere tutti gli elementi per decidere eventuali azioni legali, disconoscimenti ecc..

Quindi è fondamentale sapere che alla vostra richiesta di preventivo potrebbe variare da perito a perito a seconda del modus operandi.
Il costo dipende dalla complessità del lavoro richiesto e dal tipo di documento che si va a periziare.

Esiste un tariffario di base proposto dall'Associazione Grafologi Professionisti, ma questo varia da professionista a professionista, dal tipo di strumentazione utilizzata nell'indagine e dal tipo di perizia richiesta : perizia grafica stragiudiziale o giudiziale - parere verbale o scritto, ma soprattutto dal numero di firme/testi da analizzare.

Una perizia effettuata su fotocopia sarà per ovvie ragioni meno costosa rispetto a quella effettuata su un documento in originale che deve essere ispezionato con strumenti tecnici come ad esempio il microscopio, i raggi infrarossi ed ultravioletti per escludere qualsiasi manomissione meccanica o chimica.

Si consiglia di prendere un appuntamento, senza impegno, per visionare i documenti e per discutere le vostre richieste e formulare così un preventivo personalizzato.
L’asseverazione è una procedura che dà valore tra privati e tra privati e la Pubblica amministrazione alla perizia stragiudiziale per mezzo del giuramento davanti al cancelliere.

Chi può chiederla? La perizia deve essere giurata da chi l’ha effettuata. Il perito si reca in Tribunale con un valido documento di identità e con la perizia da giurare.
Il costo si compone della perizia vera e propria, del costo del giuramento o asseveramento della perizia e delle marche da bollo e dai diritti richiesti dal Tribunale.
Una perizia tecnica grafologica stragiudiziale è una perizia richiesta al di fuori di una causa e serve a capire l'autenticità o meno di un documento e conseguentemente decidere la strategia legale da seguire. Può servire all'avvocato a redimere una situazione conflittuale senza procedere per vie legali, ma anche a confermare l'autenticità o meno di un documento e quindi evitare dannosi e costosi procedimenti legali.

La perizia asseverata è una perizia stragiudiziale di parte giurata davanti al cancelliere.

La perizia giudiziale è una perizia che viene svolta durante una causa in cui si debba stabilire se uno più documenti risultino apocrifi o meno. Il Giudice procederà ad accertare l'autenticità o meno del documento contestato attraverso la nomina di un suo consulente tecnico (CTU - CONSULENTE TECNICO D'UFFICIO) e le parti partecipano alla consulenza per conto dei propri assistiti (CTP - CONSULENTE TECNICO DI PARTE) e tutelano il proprio cliente durante la consulenza.
Una perizia tecnica grafologica stragiudiziale è una perizia richiesta al di fuori di una causa e serve a capire l'autenticità o meno di un documento e conseguentemente decidere la strategia legale da seguire. Può servire all'avvocato a redimere una situazione conflittuale senza procedere per vie legali, ma anche a confermare l'autenticità o meno di un documento e quindi evitare dannosi e costosi procedimenti legali.

La perizia asseverata è una perizia stragiudiziale di parte giurata davanti al cancelliere.

La perizia giudiziale è una perizia che viene svolta durante una causa in cui si debba stabilire se uno più documenti risultino apocrifi o meno. Il Giudice procederà ad accertare l'autenticità o meno del documento contestato attraverso la nomina di un suo consulente tecnico (CTU - CONSULENTE TECNICO D'UFFICIO) e le parti partecipano alla consulenza per conto dei propri assistiti (CTP - CONSULENTE TECNICO DI PARTE) e tutelano il proprio cliente durante la consulenza.
Si, ma bisogna tener presente che la fotocopia è intrinsecamente infedele, anche se non vi sono manipolazioni fraudolente e ne consegue che il parere di autenticità andrà espresso sempre con riserva.
Sì, ma dipende dallo stato di conservazione del documento e comunque in molti casi questa analisi prevede un esame chimico distruttivo.
Assolutamente no. Poichè, ciò che cambia è la forma, mentre non cambiano le caratteristiche sostanziali ed ideative della scrittura, che il perito grafologo riesce a identificare.